tutto il percorso fino al Final Table del Razz Championship

In queste ultime fasi delle World Series Of Poker, il pirata italiano Max Pescatori ha ingranato la quarta e ha dato spettacolo ai tavoli riportando ancora una volta la luce dei riflettori pokeristici in Italia.

Pokerfactor era sul campo, tra i tavoli del Bally’s e il Paris di Las Vegas a seguire la sua cavalcata dal Day 5 del Main Event fino al risultato, splendido ma agrodolce, al Razz Championship.

Il Main Event concluso al Day 5

Abbiamo salutato Max al Main Event durante la quinta giornata di giochi, quando 380 giocatori hanno aperto le buste al Bally’s per continuare la corsa al braccialetto più importante dell’anno.

Tra questi c’erano cinque giocatori italiani, incluso Max Pescatori, che ripartiva con 580.000 chips a blinds 10.000-25.000 BB ante 25.000 ed è stato purtroppo tra i primi ad uscire: 365° posto per $36.000.

max pescatori wsop 2022

L’avventura al Razz Championship

Il giorno successivo Max si iscrive al Razz Championship da $10.000. Rinomato appassionato delle varianti, Pescatori ha tra i suoi quattro braccialetti WSOP un titolo di un $1.500 Seven Card Razz ottenuto nel 2015.

Dei 125 iscritti, a fine Day 1 passano 59 giocatori, e tra questi Max si trova quasi alla precisa metà: 27° per 144.000.

Il field è tutt’altro che semplice, con giocatori come Brian Hastings e Daniel Negreanu in top 10 del count, e ancora Phil Ivey, Phil Hellmuth, Jason Mercier, Chris Moneymaker, Chance Kornuth e molti altri nomi del gotha del poker mondiale.

Max Pescatori WSOP

Eppure al Day 2 Max riesce a superarli (quasi) tutti, e a passare al Day 3, 13 left, con il quinto miglior stack in circolazione.

Tra gli avversari da affrontare al Final Day ci sono Brandon Shack-Harris, giocatore da oltre 3 milioni di dollari e due braccialetti in carriera, e Brian Hastings, vincitore di ben cinque braccialetti (di cui uno in questo 2022) e poco meno di 5 milioni in vincite lorde.

Questi due pro player si trovavano nei gradini più alti del chipcount, ma tra i final 13 compaiono anche Chance Kornuth, Felipe Ramos, Julien Martini e Koray Aldemir per citare qualche nome.

Dopo le uscite di Laith Salem e David Benyamine, in 11ª posizione arriva il turno di Chance Kornuth, giocatore da oltre 11 milioni di dollari vinti in carriera e tre braccialetti già allacciati al polso.

Lo seguono il portoghese braccialettato Joao Vieira e Ziya Rahim, e si va a comporre il tavolo finale, con Max Pescatori ancora in pista, in terza posizione del chipcount.

 

Il Final Table

Il primo ad abbandonare è Brandon Shack-Harris, uno degli avversari più temibili e che ripartiva ai piani alti a inizio giornata.

Qui il nostro pirata comincia un po’ a scendere, salvo poi riprendersi in un colpo contro Julius Martini, che nel frattempo era diventato chipleader del tavolo.

Tempo un paio d’orbite e Max perde quattro colpi di fila sprofondando all’ultima posizione del chipcount. Riesce a riportarsi in una buona situazione, salvo poi crollare di nuovo, tornare su di nuovo e scendere ancora una volta. Un torneo agitato, non c’è che dire!

Mentre Pescatori naviga in acque tempestose, esce di scena Brian Hastings, il cinque volte braccialettato, 7° per oltre $50.000, e Max guadagna un payjump.

Purtroppo la posizione successiva è proprio la sua: ad eliminarlo il francese Julien Martini, A-2-3-4-T contro A-2-6-7-T. Pescatori esce così in sesta posizione per quasi $65.000. Un ottimo risultato, ma che lascia sempre un po’ d’amaro in bocca per il braccialetto mancato.

Mentre l’italpoker si sta ancora congratulando con Max, il Final Table prosegue. In quinta posizione esce il pro brasiliano Felipe Ramos, sempre contro Julius Martini, e vince $84.000.

Rimasti in quattro è il vincitore del Main Event WSOP 2021 Koray Aldemir a rimanere nella fascia più bassa del chipcount, e infine ad uscire per mano di Hal Rotholz.

Sul gradino più basso del podio, per quasi $150.000, si classifica Yueqi Zhu, anch’egli eliminato da un Julius Martini nettamente on fire che arriva all’heads-up abbondantemente chipleader, 7,6 milioni contro 700k.

Senza sorpresa, dopo poche mani la vittoria va proprio al francese Julius Martini, che vince il suo quarto braccialetto al campionato di Razz 2022 e un primo premio da $328,906. Al runnerup $203,281.

 

Author: wpadmin

Leave a Reply

Your email address will not be published.